Sono d'accordo con Termini e Condizioni e Ho letto e accetto la Privacy Policy.

Richiedi qui un appuntamento

Esperta di: Disturbi d’Ansia, Depressione, Attacchi di Panico, Difficoltà Interpersonali, Disturbi Alimentari, Disturbi della Personalità, Problemi di Autostima, Crescita Personale.

Tel:
347 501 5063

Email:

graziaespositomalara@gmail.com

Si può essere dipendenti dal cibo?

6 mesi ago · · 0 comments

Si può essere dipendenti dal cibo?

Non tutti i cibi hanno lo stesso effetto su di noi

La sola vista di una pizza, un piatto di pasta, di un sacchetto di patatine fritte o di una torta al cioccolato è in grado di farci venire l’acquolina in bocca. La stessa cosa non accade di fronte a una carota o a una rapa.

Perché? Perché nonostante il nostro autentico desiderio di seguire un regime alimentare sano siamo fortemente attirati verso cibi ipercalorici?

La risposta ci viene data in parte dal funzionamento del nostro cervello!

Come spiega Guyenet, infatti, istintivamente noi cerchiamo nel cibo alcune proprietà alimentari specifiche, che il nostro cervello riconosce come preziose per la sopravvivenza e la riproduzione (anche se nella società occidentale in cui viviamo non è più proprio così).

Le nostre preferenze innate sono:

  • Densità calorica
  • Grassi
  • Carboidrati
  • Proteine
  • Sapore dolce
  • Sapore salato
  • Sapore corposo (umami)

Si tratta di proprietà che provocano PICCHI DI DOPAMINA spingendoci a cercarle e cercarle nel cibo e modellando così il nostro comportamento senza che noi ne abbiamo consapevolezza.

La dopamina è responsabile del meccanismo di rinforzo del comportamento, e quanto più un comportamento è rinforzato, tanto più ci si avvicina a una dipendenza. E’ possibile che CERTI TIPI DI ALIMENTI, connotati da alte concentrazioni di zuccheri e carboidrati raffinati (pane bianco, riso bianco, dolci) , grassi, sale e caffeina, possano dare ASSUEFAZIONE.

Perciò sì, il cibo, in soggetti sensibili, può dare dipendenza

Il RINFORZO DATO DALLA DOPAMINA E’ un PROCESSO INCONSCIO !

Per questa ragione è così difficile, nonostante tutti i buoni propositi, mantenere un introito calorico adeguato alle nostre necessità.

La Mindful Eating aiuta a farlo.

 

 

Se vuoi saperne di più leggi anche:

http://www.espositomalaragrazia.it/2018/12/11/perche-mangiamo-troppo/

http://www.espositomalaragrazia.it/2018/12/06/sei-un-mangiatore-consapevole/

 

Tags: , , , , , Categories: psicoalimentazione

Lascia un commento


©2017-2018 Grazia Esposito Malara - P.IVA 03462220983 - Tutti i diritti riservati - Copyright Policy - Cookie Policy - Privacy Policy - Credit by WEBSOLUTIONS